[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4763: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4765: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4766: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4767: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
Liriportal.flysalerno.net - Forum • Leggi argomento - [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno
Board

[TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Tutti gli articoli sui vari organi di informazioni che parlano del "Costa D'Amalfi"

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 10 maggio 2016, 14:27

Salerno, approvato il progetto definitivo per l'allungamento della pista
Si avvicinano i quaranta milioni di euro previsti nel decreto Sblocca Italia. Lo ha comunicato il presidente Antonio Ilardi, che resta ancora in sella nonostante le dimissioni
di Gaetano de Stefano

SALERNO. Il Consiglio d'amministrazione della società aeroporto Costa d'Amalfi approva il progetto definitivo del completamento infrastrutturale dello scalo. E questo significa che s'avvicinano sempre di più i 40 milioni di euro, previsti nel decreto Sblocca Italia, necessari per l'allungamento della pista a duemila metri. Un intervento indispensabile per la sopravvivenza dello scalo aeroportuale, senza il quale il Costa d'Amalfi dovrebbe chiudere definitivamente i battenti. A comunicare l'importate passo in avanti è il presidente Antonio Ilardi che resta ancora in sella nonostante le dimissioni, in quanto non è stato ancora nominato il suo sostituto. Il progetto prevede anche l'acquisizione delle aree necessarie al progressivo ampliamento della pista fino a duemila e 200 metri. A questo punto, conclusa la fase tecnica, si passa a quella burocratica.

Sarà, infatti, necessario portare a termine tutto l'iter, che prevede, in primis, l'attività di verifica del progetto, come stabilito dalla normativa vigente. E, quindi, si potrà chiedere (e ottenere) pure l'approvazione dell'Ente nazionale per l'aviazione civile. Nel frattempo il Consiglio di amministrazione ha anche disposto la presentazione di uno studio d'impatto ambientale al ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare. Insomma sembra proprio che si stia pigiando decisamente sull'acceleratore, come promesso dal consigliere regionale Luca Cascone, presidente della IV Commissione. L'ex assessore comunale è l'esponente della Regione che è stato delegato dal governatore Vincenzo De Luca a rappresentare l'Ente nel Costa d'Amalfi

Cascone, qualche giorno fa, proprio al nostro giornale, aveva spiegato come si stessero «rispettando tutti i tempi richiesti». E anticipato come le previsioni fossero ottimiste e che addirittura si contasse di completare la procedura entro fine anno. Proprio per questo, nel caso in cui venisse rispettato il timing prefigurato e auspicato da Cascone, si potrebbero addirittura precorrere i tempi e, dunque, anticipare le scadenze. I finanziamenti, infatti, saranno a disposizione a partire dal 2018, come prefigurato dal Governo. Ma stavolta non si farà tardi e già per il prossimo anno potrebbe essere aperto il cantiere. E questo perché, qualora in sei mesi s'ottenessero tutti i pareri necessari, si potrebbe pure chiedere che siano stanziati anticipatamente i fondi. Si sta lavorando proprio in questo senso e i primi segnali sono stati lanciati con la firma del "patto per lo sviluppo della Campania". D'altronde, dopo tanti anni, oramai si è giunti alla prova della verità e lo scalo salernitano o decollerà definitivamente oppure potrà essere archiviato come uno dei più clamorosi fallimenti.

La volontà, comunque, è quella di far sì che l'aeroporto diventi il fiore all'occhiello non solo della provincia ma dell'intera regione. Del resto si è davanti ad un bivio. E pure la geografia societaria è mutata radicalmente. Lo scorso 11 aprile, infatti, l'assemblea straordinaria del Costa d'Amalfi delibera la ricapitalizzazione della società. Nelle esangui casse, infatti, saranno immessi due milioni e 500 mila euro e la quota maggiore spetterà proprio alla Regione Campania, che parteciperà in questa fase con un investimento di circa 800mila euro, spalmato in più tranche. Una immissione di nuova linfa indispensabile, soprattutto dopo il disimpegno della Camera di commercio, che ha deciso di passare ad altri la patata bollente. E anche la Regione Basilicata prenderà parte al rilancio dell'
aeroporto.
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 11 maggio 2016, 9:40

Pochi passeggeri a bordo, cancellati i voli
Lo scorso 3 maggio la Travel Before ha deciso di fare degli accorpamenti per razionalizzare i costi

Cominciano i primi problemi per Travel Before; il tour operator che ha fatto ripartire i voli charter dall’aeroporto Costa d’Amalfi sembra incontrare le prime difficoltà.
Infatti lo scorso 3 maggio sono stati cancellati sia i voli in partenza sia in arrivo dallo scalo salernitano. E bisognerà capire se anche in futuro potranno materializzarsi situazioni del genere.
Dalla Travel before, tuttavia, non sono affatto preoccupati. Anzi lanciano segnali di tranquillità, evidenziando come si sia trattato, nel caso specifico, esclusivamente di una semplice razionalizzazione. In pratica alcuni voli sono stati accorpati, sia per le esigenze del vettore che per venire incontro alle richieste dei passeggeri. Che tradotto dal burocratese significa che si sono soppressi dei voli per mancanza di passeggeri. Insomma, un nuovo intoppo per la Travel Before, dopo la falsa partenza che ha fatto sì che il primo volo al Costa d’Amalfi fosse posticipato di qualche giorno. In quel caso, come si ricorderà, era accaduto che, proprio in zona Cesarini, fosse saltato l’accordo di collaborazione con la compagnia aerea AvantiAir, che avrebbe dovuto assicurare gli aeromobili. Un inconveniente quest’ultimo che l’azienda, a tempo di record, ha provveduto a risolvere, sostituendo il vettore aereo, sempre nell’ottica di assicurare comunque alti standard di sicurezza e comfort ai viaggiatori. Tuttavia, allo stesso tempo ha costretto a decidere di far slittare il taglio del nastro al 29 aprile.
Il programma predisposto dal tour operator prevede il decollo e l’arrivo di Fokker 100 sino al 28 ottobre.
Scendendo nei particolari si potranno scegliere diverse destinazioni.
Si potrà volare, infatti, verso Medjugorie (martedì e venerdì), Milano Malpensa (venerdì e domenica dal 3 giugno), Lourdes (nei giorni 3, 6, 10, 13 maggio), Malta (il lunedì nel periodo dal 4 luglio al 12 settembre), Corfù (il sabato dal 2 luglio al 10 settembre), Verona (la domenica dal 10 luglio all'11 settembre), Olbia (la domenica
dal 19 giugno all'11 settembre); previsti anche voli per le estive isole di Zante (il sabato dal 16 luglio al 10 settembre) e di Ibiza. Quindi, quest’anno per le proprie vacanze si potrà anche decidere di partire direttamente da Salerno
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 20 giugno 2016, 9:23

Aeroporto, iniziato l’iter per allungare la pista
L’Enac avvia la procedura. Sarà necessaria la deviazione del corso di due canali. Previsti anche gli ampliamenti dei piazzali e la costruzione di un nuovo terminal

SALERNO. Dopo lo sblocco dei 40 milioni di euro da parte del ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, il progetto per l’allungamento della pista dell’aeroporto “Salerno-Costa d’Amalfi” entra nel vivo. A distanza di un mese e mezzo dalla firma del decreto che ha liberato le risorse per finanziare i lavori l’Enac, l’Ente nazionale per l’ aviazione civile, ha depositato presso il ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, l’istanza per l’avvio della procedura di valutazione di impatto ambientale.
Il progetto prevede principalmente l’allungamento e la riqualificazione della pista principale che dovrà passare dagli attuali 1.500 metri di lunghezza a duemila, consentendo allo scalo salernitano di poter ospitare aerei di linea anche internazionali, collegandolo con quello delle principali città italiane ed europee.
Il documento di indirizzo strategico, pomposamente definito master plan, approvato a maggio dal consiglio d’amministrazione dell’aeroporto e inviato all’Enac, prevede anche l’ampliamento dei piazzali aeromobili e la riqualificazione dei raccordi e delle opere annesse. Il finanziamento inserito dal Governo nel decreto “Sblocca Italia” consentirà un restyling completo della struttura aeroportuale con la costruzione di un nuovo terminal per l’aviazione civile e l’ampliamento di quello commerciale, con la costruzione di nuovi parcheggi e altre strutture a supporto delle attività aeroportuali e di un deposito carburanti. È previsto anche il riordino della viabilità interna al perimetro aeroportuale, che tocca i comuni di Bellizzi, Montecorvino Pugliano e Pontecagnano Faiano, con la deviazione dei canali Diavolone e Volta Ladri che scorrono paralleli allo scalo.
L’intero progetto, depositato anche al ministero dei Beni e delle Attività culturali, alla Regione Campania, alla Provincia di Salerno e presso gli uffici tecnici dei tre Comuni che ospitano lo scalo, è disponibile anche sul sito internet dedicato alle valutazioni integrate ambientali (www.va.minambiente.it) e sarà consultabile per i prossimi sessanta giorni, durante i quali si potranno presentare osservazioni e valutazioni migliorative del progetto. Poi ci vorranno almeno sei mesi per ottenere tutti i pareri necessari per l’avvio dei lavori che dovrebbero partire non prima del prossimo anno con l'apertura del cantiere. D’altronde, il finanziamento di 40 milioni di euro non sarà disponibile prima del 2018, come prefigurato dal Governo. Ma se i tempi dettati non più tardi di un mese fa dal presidente della commissione Trasporti della Regione Campania, Luca Cascone, delegato dal governatore Vincenzo De Luca all’interno del cda dell’aeroporto, dovesse addirittura essere bruciati si potrebbe anche chiedere un’anticipazione del finanziamento. La volontà, in ogni caso, è quella di rendere lo scalo, dopo anni di insuccessi, un fiore all’occhiello non solo per la provincia ma per l’intera regione. La sfida
è ambiziosa: o lo si rilancia in tempi record, immettendolo sul mercato nazionale ed internazionale, oppure lo si dovrà archiviare come uno dei grandi fallimenti della politica della storia recente. La speranza è che questa seconda ipotesi non si avveri.
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 24 giugno 2016, 12:23

«Pronti anche ad anticipare i soldi»
Lavori all’aeroporto, il consigliere Cascone annuncia l’intenzione dell’ente di via Santa Lucia di accelerare i tempi
di Mattia A. Carpinelli

SALERNO. L’invio dell’istanza per la valutazione d’impatto ambientale sul progetto di allungamento della pista e del complessivo ammodernamento e completamento dell’aeroporto “Salerno-Costa d’Amalfi” da parte dell’Enac al ministero dell’Ambiente ha in pratica fatto scattare il conto alla rovescia che dovrebbe portare, al massimo entro il 2018, all’avvio dei lavori per adeguare lo scalo salernitano agli standard di quelli delle altre regioni italiane. L’invio a Roma del progetto messo a punto dal Consorzio aeroportuale, è arrivato a poche settimane di distanza dalla notizia dell’inserimento all’interno del decreto Sblocca Italia di 40 milioni di euro che serviranno a rilanciare definitivamente le attività aeroportuali nella nostra provincia.
È questa la speranza della Filt Cgil che da anni lancia l’allarme sul futuro dello scalo salernitano. «Proprio da Salerno, qualche anno fa – ha ricordato il segretario regionale del sindacato di categoria, Natale Colombo – facemmo un focus sull’aeroporto lanciando un grido d’allarme perché i fondi erano stati solo appostati ma mai realmente messi a disposizione. Mi auguro che questa volta ci siano davvero – ha auspicato – e che vengano messi in campo. Spero che da qui possa ripartire il rilancio di questo scalo che è un punto di riferimento vero per l’economia salernitana e campana. Questo annuncio risponda a fatti veri e concreti».
A tranquillizzare i sindacati è il presidente della commissione regionale Trasporti, Luca Cascone, che già qualche settimana fa aveva fatto ampie aperture per favorire l’avvio dei lavori nel più breve tempo possibile. Un impegno che ha rimarcato nuovamente.
«Aspettiamo che si concluda la procedura – ha detto – e se questo avverrà molto prima della scadenza fissata dal Governo per liberare i fondi già assegnati, allora potremmo pensare come Regione Campania di anticipare parte di quelle risorse per consentire l’apertura del cantiere. Da parte nostra – ha ribadito l’ex assessore alla Mobilità del Comune di Salerno – c'è tutta la disponibilità.
Prima però – ha concluso – aspettiamo che si concluda tutto l'iter e poi decideremo sul da farsi».
A questo punto, quindi, non resta che attendere i classici tempi tecnici per poi capire se davvero questa è la “volta buona” per l’aeroporto salernitano
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 18 maggio 2017, 9:21

Aeroporto: la Gesac gioca su due tavoli
Da un lato va agli incontri con De Luca per l’intesa e dall’altro si oppone al ricorso contro il ministero


Da un lato sono in corso incontri per definire le modalità d’intesa tra l’aeroporto di Salerno e quello di Napoli. Dall’altro, però, la Gesac, l’azienda che gestisce Capodichino e che potrebbe subentrare nell’amministrazione del Costa d’Amalfi, continua ad opporsi legalmente ai ricorsi presentati dalla Società per azioni dello scalo salernitano. È l’antinomia di fondo che contraddistingue il nuovo corso tra gli aeroporti campani, fortemente voluto dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che ultimamente, in diversi incontri pubblici, ha più volte annunciato come si stia lavorando ad un patto per far decollare il Costa d’Amalfi.
Insomma la buona volontà politica c’è. Adesso bisogna vedere se alle intenzioni corrisponderanno i fatti. Perché non è la prima volta che la Gesac colloquia con la società pubblica che gestisce l’aeroporto salernitano. È accaduto, infatti, anche negli anni scorsi, ma i pour parler non si sono mai concretizzati, in quanto non si è giunti mai ad un accordo. Che i tempi siano cambiati, però, lo dimostra anche il fatto che sia stata formata una commissione di saggi per far ripartire la procedura di privatizzazione del Costa d’Amalfi. Perché si sta studiando se questo passaggio possa avvenire con un bando pubblico oppure attraverso l’affidamento diretto. Insomma sembra proprio che sia stata sotterrata l’ascia di guerra e fumato il calumet della pace. Ma l’apparenza a volte inganna. Perché tra il Costa d’Amalfi e Capodichino ci sono ancora incomprensioni. Tant’è che la società partenopea si è costituita in giudizio proprio contro la Spa dello scalo salernitano, per contrastare legalmente il ricorso presentato dalla società di gestione dell’aeroporto di Salerno nei riguardi del ministero dell’Economia e delle Finanze. Il ricorso, depositato lo scorso 9 gennaio dagli avvocati Antonio Brancaccio e Gaetano Paolino, è finalizzato ad ottenere la nomina d’ufficio del commissario ad acta, per imprimere «un’ulteriore accelerazione alle procedure per la sottoscrizione del decreto interministeriale di gestione totale ventennale dell’aeroporto di Salerno». Atto quest’ultimo “essenziale per la realizzazione degli investimenti infrastrutturali”. Fin’ora, infatti, tutte le sollecitazioni presentate al ministero non hanno centrato l’obiettivo.
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 14 luglio 2017, 9:10

Accordo Gesac-AdSImmagine

Inviato dal mio DUK-L09 utilizzando Tapatalk
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 9 aprile 2018, 12:41

Aeroporto di Salerno, prossima tappa gli espropri
Tra un mese scadono i termini di pubblicazione della Via


08 aprile 2018
AEROPORTO DI SALERNO ESPROPRI
SALERNO - È iniziato il conto alla rovescia per la fusione, che avverrà per incorporazione, dell’aeroporto di Salerno con quello di Napoli. Al lavoro ci sono le due società di gestione: la Costa d’Amalfi spa e la Gesac, che lo scorso anno hanno stipulato un protocollo d’intesa propedeutico alla creazione di una rete aeroportuale campana. Limati i particolari tecnici e redatto il piano industriale (approvato pure dalla giunta Regionale) che prevede un investimento complessivo di 135 milioni da realizzare entro il 2022, adesso è tempo di quantificare i valori delle due società. Il compito è stato affidato agli advisor ma non è affatto escluso che, per mettere tutti d’accordo, possa anche essere chiesto un parere terzo, magari a un perito super partes nominato dal Tribunale. C’è da capire, infatti, le rispettive percentuali societarie che saranno attribuite a Gesac e a Costa d’Amalfi. Accanto alle questioni meramente societarie cammina di pari passo la procedura per accedere ai fondi dello Sblocca Italia (40 milioni), necessari per il potenziamento della pista. Con la pubblicazione, sulla Gazzetta ufficiale, del provvedimento di valutazione di impatto ambientale, contro il quale si potrà fare ricorso, entro 60 giorni al Tar o entro 90 giorni al presidente della Repubblica, è scattato ufficialmente l’iter per giungere alla gara d’appalto. Scaduti i termini, e qualora nessuno abbia chiesto l’intervento della magistratura amministrativa, l’Enac, di concerto con la società di gestione dello scalo salernitano, presieduta da Antonio Ferraro, potrà già procedere alla convocazione della Conferenza dei servizi per dare il via agli espropri dei terreni e consentire così l’acquisizione di circa 50 ettari necessari per l’allungamento della pista e per le altre opere previste.

Gaetano de Stefano
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Re: [TOPIC UFFICIALE] La Città di Salerno

Messaggioda asessa » 29 agosto 2018, 12:35

LA BUROCRAZIA ROMANA
Aeroporto di Salerno, a rischio il finanziamento da 40 milioni
L’utilizzo dei fondi per l’allungamento della pista e la nuova aerostazione scade il 31 dicembre

29 agosto 2018
SALERNO - Senza concessione per l’aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi si materializza sempre di più il rischio di perdere i 40 milioni di euro, previsti nel decreto Sblocca Italia, stanziati per l’allungamento della pista e il potenziamento della struttura. A Salerno e a Napoli sono in attesa di buone nuove dai ministeri, perché senza concessione non si potrà nemmeno celebrare il matrimonio, oramai annunciato, tra Salerno-Costa d’Amalfi e Capodichino. Il tempo, infatti, è tiranno e entro il 31 dicembre di quest’anno i lavori devono essere cantierati, pena la revoca del finanziamento. Perciò la Regione sta tentando un timido ma costante pressing sul Governo che tuttavia non ha dato i frutti sperati. Da Roma tutto tace, anche se, a quanto pare, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato il suo nullaosta. La palla, adesso, passa al ministero dell’Economia ma, fino a questo momento, non è ancora giunta la tanto attesa notizia. E, in mancanza di concessione, non si può andare avanti e neppure indire la gara d’appalto.

Gaetano De Stefano
Antonio Sessa - Presidente Associazione FlySalerno
Avatar utente
asessa
Amministratore
 
Messaggi: 8895
Iscritto il: 10 ottobre 2008, 9:31
Località: Salerno

Precedente

Torna a Rassegna Stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Information

Chi c’è in linea

In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 254 registrato il 8 aprile 2020, 1:07

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite